L’Extra – Dicembre 2020

“Un altro fiore all’occhiello”

L'Extra - Il giornale di San Michele 2020-12Una sala medica con macchina per Tecarterapia all’interno dell’impianto.

Questo maledetto Virus non ci abbandona e continua il suo cammino mettendo a rischio la salute di tante persone, ma mettendo anche tanta paura e ansia nella popolazione che sempre più si sente inerme. In questo scenario i programmi della società sportiva vanno avanti, ma tutti i giorni si è costretti a rivedere ogni impegno per adeguarsi alle norme del Governo e della Federazione. In tutto questo ci sono di mezzo molte famiglie del quartiere che capendo la situazione e dimostrando grande maturità, si adeguano ai comunicati che arrivano ormai quasi giornalmente dalla società. I genitori sono ovviamente i primi che si auspicano che tutto questo finisca in fretta. Tornare a vedere i ragazzi abbracciarsi e giocare come era prima dell’inizio della pandemia, vederli giocare e festeggiare i loro compleanni, ritrovarsi al campo a gustarsi le partite, ritrovare tutte le cose che erano il nostro normale vivere quotidiano. La SSD Intrepida, anche in questi difficili momenti, vuole essere vicina ai genitori e ai ragazzi e ricorda che i responsabili delle varie annate sono a disposizione per qualsiasi bisogno o consiglio che possa tornare utile per superare la situazione.

Nel frattempo i programmi proseguono: la fine dei lavori di rinnovo dell’impianto ha generato positività e soddisfazione. Ora anche il nuovo punto di ristoro ha un suo nome “La Terrazza Cafè” Già il nome riporta alla terrazza che è completa nella pavimentazione e nell’illuminazione; ora manca soltanto la scala per accedervi, ma visti i momenti difficili si è deciso di attendere tempi migliori per fare questo ultimo investimento.

Quasi terminati anche i lavori della nuova sala medica che, oltre ad essere il luogo dove la fisioterapista può operare, è anche diventata un obbligo per la società, al fine di poter eventualmente isolare atleti che manifestassero all’interno dell’impianto di Via Adamello sintomi riconducibili al Covid-19.
La sala medica si trova adiacente agli storici spogliatoi 3 e 4 sotto la segreteria. I lavori di riqualifica della sala sono stati eseguiti dai volontari della società che con impegno e passione in sole due mattinate hanno eliminato il vecchio arredo, spolverato, lavato e sanificato con apposita attrezzatura il locale. Al suo interno è stato inserito un lettino nuovo per massaggi e una macchina per Tecarterapia, un sistema efficace e molto usato per chi ha problemi muscolari (contratture o piccoli risentimenti muscolari).
Rimangono solo da sistemare e rinfrescare tutte le pareti e appena la stagione lo consentirà, sarà tutto pronto.
“La scelta di sistemare e creare una sala medica è nata dall’esigenza di avere uno spazio che ci dia la sicurezza e la certezza di dare un ulteriore servizio a tutti gli iscritti – ci dice Stefano Pigozzo – perché l’attività sportiva ha bisogno anche di questi piccoli dettagli per svolgerla nel modo più professionale possibile”.

Continua anche il processo di affiliazione dell’Intrepida all’Hellas Verona. Sono parecchi anni che prosegue la collaborazione fra le due società con ottimi risultati da parte di entrambe. Nell’incontro fatto nella sede dell’Hellas ognuna delle due società ha espresso l’intenzione di proseguire questo rapporto. All’Intrepida si è fermamente convinti che essere affiancati da professionisti possa impreziosire il lavoro che viene fatto giornalmente e, cosa ancora più importante, c’è la possibilità di crescere in un’ottica futura dando la possibilità ai ragazzini di entrare un giorno a far parte della famiglia dell’Hellas Verona la quale da parte sua si è detta ben contenta di affiancare la società del nostro quartiere dando la più completa disponibilità. Dal canto loro all’Intrepida si sono messi a disposizione per ospitare nel proprio impianto le squadre dei più piccoli dell’Hellas, non appena sarà concesso di farlo. Sarà questo un modo per dare risalto all’Hellas Verona e all’impianto di Via Adamello specialmente per quel che riguarda il campo sintetico, invidiato da molti per qualità e dimensioni.

Aforisma del mese
“Io prendo delle decisioni. Forse non sono perfette, ma è meglio prendere decisioni imperfette che essere alla continua ricerca di decisioni perfette che non si troveranno mai.”

– Nick Hornby

Condividi

Articoli collegati

blog-grid

L’Extra – Novembre 2021

blog-grid

L’Extra – Ottobre 2021

blog-grid

L’Extra – Settembre 2021