L’Extra – Aprile 2020

“Anche il calcio si è fermato”

L'Extra - Il giornale di San Michele 2020-04Stop a partite ed allenamenti. Sospeso a data da destinarsi anche il Torneo Modena

Lo sport si è fermato. Lo ha deciso il Consiglio dei Ministri con il D.C.M. del 9 Marzo. Dalla serie A a tutti i campionati di tutte le discipline è stato deciso per il momento di sospendere qualsiasi tipo di manifestazione sportiva e di allenamento.
Inutile ricordare la causa, ben conosciuta da tutti. Il Virus sembrava lontano da noi e invece si è prepotentemente presentato alle porte delle nostre case, costringendoci a cambiare i nostri comportamenti ed i nostri stili di vita.

Abbiamo parlato con Stefano Pigozzo riguardo il pensiero della società rossonera.
“Di certo c’era da salvaguardare la salute di tutti cercando di dettare regole da rispettare e protocolli da seguire, sicuramente si è fatta anche tanta confusione, specialmente nel mondo del calcio, partite sospese, rinviate o ritardate, gli alti vertici del mondo del calcio sembravano ‘andati nel pallone’. Tutto questo ha creato confusione e smarrimento anche nelle nostre categorie: ad un certo punto non si capiva quale potesse essere la strada giusta da seguire. A tutto questo si è aggiunta la psicosi informativa proveniente dai social. Alla fine, l’ordinanza del 9 Marzo ha almeno posto chiarezza su quello che si deve fare. Tutto sospeso fino a nuovo ordine!

Qui in società abbiamo appreso immediatamente la notizia ed abbiamo da subito fermato tutte le attività. È parsa quasi una liberazione, fra la tanta confusione che aleggiava prima di quel decreto. Non parliamo poi delle partite a porte chiuse. La mancanza dei genitori e del pubblico in generale rende lo stadio un ambiente surreale ma la cosa ancora più incomprensibile era la norma di far svolgere gli allenamenti, ma solo con la certificazione medica fatta al momento, decisione anche questa difficilmente attuabile e che lascia, come le altre, spazio a tante perplessità.

Abbiamo per forza di cose anche dovuto chiudere il bar, causa il non poter servire al banco, la forzata chiusura delle ore 18 ma soprattutto il voler mettere la salute dei tesserati e degli addetti davanti a tutto.
Le attività della scuola calcio sono state fermate da subito nonostante l’ordinanza dapprima prevedesse l’ok per gli allenamenti. Ci è sembrato coerente allinearci alla chiusura delle scuole; qualcuno, prima dell’ultimo decreto, aveva chiesto di potersi allenare e visto che il regolamento lo permetteva, abbiamo concesso di poterlo fare attenendoci alle norme dettate come ad esempio non far entrare i genitori nelle aree degli allenamenti e degli spogliatoi e mantenere le distanze. Genitori che peraltro hanno ricevuto il messaggio e si sono adeguati diligentemente. Tutto questo aveva però poco senso, non c’era più nulla in linea con quello che l’ambiente sportivo rappresenta. Il nostro impianto è sempre più un luogo di ritrovo per ragazzi e famiglie e se questo socializzare non è più possibile meglio fermare tutto e aspettare tempi migliori”.

Anche il “Torneo Lorenzo Modena”, in programma l’11 Aprile è stato posticipato a data da destinarsi.

Aforisma del mese
“Il mondo è un posto pericoloso, non a causa di quelli che compiono azioni malvagie ma per quelli che osservano senza fare nulla”.

– Albert Einstein

Condividi

Articoli collegati