L’Extra – Marzo 2020

“Under 16 – Allievi 2004”

L'Extra - Il giornale di San Michele 2020-03Molti di loro insieme fin dai primi calci, sono amici sul campo ed anche fuori

Under16 – Allievi 2004, una squadra costruita all’ultimo minuto, quando sembrava che nulla potesse essere fatto in quanto i numeri dicevano che la rosa giocatori sarebbe stata insufficiente per affrontare l’intero campionato poiché quattro ragazzi erano stati aggregati con i più grandi dell’Under 17.
Alla fine sì è riusciti a formare un gruppo che, pur fra tante difficoltà, sta onorando al meglio il suo impegno. Un plauso speciale va ai due allenatori che con tanta pazienza e sacrificio stanno portando avanti l’obiettivo richiesto dalla società. L’obiettivo è quello di lavorare in prospettiva futura per portare questi giovani atleti a proseguire nel loro percorso calcistico all’interno della società rossonera, in modo da portarli, almeno si spera, ad affrontare nella prossima stagione un campionato di prim’ordine.

Un compito non facile quello di mister Alessandro Puttini e del suo secondo Giampietro Nicolini. L’età difficile dei ragazzi, il disagio di allenarsi lontano dalle mura di casa e magari anche altri problemi di carattere generale, tendono spesso a far calare il morale all’interno del gruppo. Tutte cose che, per carità, fanno parte dell’ambiente calcio ma che si possono e si devono risolvere. A tal proposito la società è intervenuta tempestivamente. Il DS Andrea Ferrari, più volte, ha fatto sentire la sua presenza cercando di stimolare e motivare il gruppo, spiegando bene l’intento e l’obiettivo. La squadra degli Under 16 è anche ben supportata dalla disponibilità di alcuni atleti dell’ Under 15 che giocando le partite di campionato il Sabato, sono disponibili a dare una mano ai più grandi, che giocano la Domenica, salendo di categoria ma dando un grande supporto e andando a colmare quel vuoto che alcuni 2004 impiegati nella categoria superiore hanno lasciato.

Alla fine si può tranquillamente dire che i ragazzi hanno appreso i messaggi e stanno mantenendo fede all’impegno; nonostante i risultati non siano sempre positivi, hanno ampiamente dimostrato la volontà di migliorarsi.
La cosa che più ripaga la società è vedere la squadra che dà il massimo ad ogni partita, lo spirito messo in campo è quello della partita da dentro o fuori, il loro merito è quello di crederci sempre: in quest’ottica sono state più d’una le occasioni nelle quali si sono tolti più di una soddisfazione.
Particolare rilevante di questa squadra è che molti di loro hanno iniziato a giocare assieme fin dai primi calci e sono ancora assieme, saldando il loro rapporto anche fuori dal campo. Ciò dimostra quanto questo sport possa unire i ragazzi nel corso della loro vita.

Aforisma del mese
L’effetto di trovarsi alla presenza di persone che riescono a trasmettere elevate frequenze di energia è di sentirsi uniti e partecipi della natura circostante, delle persone che ci sono vicine e del potere dell’intenzione. Se riusciamo a incrementare il nostro livello di energia, l’influenza che esercitiamo sugli altri li porta a sentirsi parte di una stessa squadra. Ci sentiamo tutti più uniti e desideriamo aiutarci gli uni con gli altri per realizzare un obiettivo comune.

Condividi

Articoli collegati