L’Extra – Ottobre 2019

“Partiti i lavori!”

L'Extra - Il giornale di San Michele 2019-10
Gli abitanti potranno godere della nuova struttura all’inizio del prossimo anno

All’impianto sportivo di Via Adamello sono finalmente partiti i tanto sospirati lavori per la costruzione del nuovo bar. Il nuovo fabbricato troverà posto subito a sinistra entrando dal cancello, praticamente di fronte alla struttura esistente. Il ritardo accumulatosi di circa un anno è dovuto all’insorgere di una moltitudine di problemi burocratici, ma ora finalmente è tutto pronto. Le transenne che delimitano il cantiere sono state piantate e finalmente sono anche iniziati i lavori dopo la posa della prima pietra.
Si prevede che il nuovo bar sarà usufruibile già nei primi mesi del prossimo anno, sicuramente prima dell’avvio dei vari tornei che annualmente si svolgono alla presenza di un folto pubblico. Sarà proprio nel corso di questi eventi che si potrà apprezzare quest’opera che darà lustro all’impianto della squadra di Madonna di Campagna e di conseguenza al quartiere stesso. Nei prossimi numeri daremo via via qualche anticipazione sullo stato di avanzamento lavori e magari riusciremo ad essere più precisi sulla data di consegna e d’inaugurazione.

“Prima squadra, il buongiorno si vede dal mattino.”

L'Extra - Il giornale di San Michele 2019-10Rinnovato il look delle panchine sia sul campo a 11 che su quello a 7

Tutte le squadre sono al lavoro per preparare la nuova stagione sportiva. Da segnalare la buona partenza della prima squadra che sia nel torneo di coppa che in campionato ha fatto capire che questo sarà un anno duro nel quale potrà ricavarsi il proprio spazio in un torneo difficile nel quale l’obiettivo primario sarà mantenere la Categoria. Da queste prime uscite sembra che l’obiettivo sia alla portata della squadra rossonera, visto il gioco espresso ed i primi punti messi in cassaforte.

Partito finalmente anche il “Progetto X Gioco” che coinvolge le annate 2011 – 2012 – 2013 – 2014 con qualche 2015 inserito. 2009-2010 sono le altre annate che saranno osservate dal progetto, che avrà la durata di 5 anni e porterà la Polisportiva Intrepida ad avere una scuola calcio d’elite.

Il 20 Settembre si è svolta presso il ristorante Mitiko delle piscine Monte Bianco la cena dei collaboratori della Società. Erano presenti tutte le persone che hanno volontariamente lavorato ai tornei. Grazie al personale in cucina, dove le mamme di tanti ragazzi che giocano nella Polisportiva Intrepida hanno messo a disposizione il loro tempo libero per far sì che la macchina organizzatrice potesse camminare in perfetta armonia e dai risultati ottenuti – vista l’affluenza di famiglie che hanno invaso l’impianto durante le 3 manifestazioni più importanti (torneo Modena, torneo Sartori e Mundialito) – si può con sicurezza affermare che tutto ha funzionato a dovere.
Una cena fatta e vissuta in amicizia con persone che nello spirito di questa Società calzano a pennello. Il loro tempo dedicato è frutto di una passione sportiva che unisce da anni coloro che entrano a far parte di questa Società.
Prova ne sia che fino ad ora si rendono sempre disponibili dimostrando grande serietà e impegno, a dimostrazione che l’organigramma societario sta funzionando grazie a linee guida dettate, ferme e chiare per tutti.

Rimesse a nuovo anche le panchine con la nuova pubblicità dello sponsor De Angelis, da anni nostro collaboratore. I rapporti con l’Amministratore Delegato Paolo Pigozzo (già Presidente dell’Intrepida) proseguono in un clima di completa fiducia. Bellissimo l’impatto che si vede dalle tribune: l’opera, eseguita da New Art Photo, per la realizzazione e la posa in maniera perfetta, fa risaltare le panchine sia del campo a 11 che del sintetico a 7, dando un senso di eleganza e cura all’impianto.

Gli appuntamenti sono ora sui campi da gioco perché, come scritto sopra, la stagione è partita ed i ragazzi scalpitano per rincorrere il proprio sogno. Ognuno ha il diritto di credere che questo sport, se preso con l’impegno e la serietà che si pretende, potrà ancora essere uno dei più belli ed educativi che ci sono, purché mantenga come punto fermo il rispetto delle regole.

Aforisma del mese
No non conosco tutte le regole… certe volte l’arbitro fischia e non so i perché, so solo che devo stare zitto e andare via.
– Jadson Thorpe Robinson

Condividi

Articoli collegati