L’Extra – Febbraio 2019

“Inizio anno contrassegnato dal divieto di fumo”

L'Extra - Il giornale di San Michele 2019-02Aperte le iscrizioni per il nuovo anno, modalità e orari in segreteria

Con l’inizio del 2019 scatta la novità del “divieto di fumo” all’interno dell’impianto di Via Adamello, una scelta coraggiosa ma di sicuro a favore dei giovani che fanno parte della Società e un esempio per tutti gli ospiti. Con questa iniziativa si vuole salvaguardare la salute dei ragazzi e sensibilizzarli sul problema del fumo.
Quello che pareva un ostacolo difficile da superare si è invece rivelato più semplice del previsto, i tanti soci hanno capito che le regole vanno rispettate se si vuole far parte di questa Società e questo primo mese fa pensare che la strada intrapresa sia quella giusta.

Nel frattempo le squadre hanno ripreso i rispettivi campionati, Under 15 ed Under 16 sono entrati nelle fasi provinciali élite, dopo la prima fase che ha visto le due annate arrivare nei primi quattro posti, posizione che dava il diritto di passare al turno successivo. Ora le aspettative si sono alzate, in Società sono convinti che entrambe le squadre sapranno dire la loro, ma qualsiasi sia il risultato, servirà a tutti come esperienza per il prossimo anno. I mister Marco Bianchetti (U 15) e Massimo Vesentini (U 16), già compagni di squadra negli allievi regionali della gloriosa Olympia Domiro negli anni in cui si giocava al federale (di fronte alla caserma “Duca”), si dicono soddisfatti del percorso fin qui fatto e, seppure con qualche ostacolo (che fa parte del gioco) promettono che faranno di tutto per poter ben figurare nelle restanti partite che andranno a chiudere la seconda fase.

Più complicato il percorso della categoria “Juniores”, Under 18 che, dopo una partenza positiva, per una serie di circostanze, non sono riusciti a qualificarsi alle fasi finali, un vero peccato vista la qualità dell’organico. Ora si spera che per alcuni di loro si aprano le porte della prima squadra.

La prima squadra dopo una partenza in salita dovuta allo scotto del salto di categoria ed alla conseguente inesperienza di quasi tutta la rosa che ha portato alle dimissioni di Mister Renato De Cavaggioni, che ben aveva lavorato fino a quel momento, è stata assegnata ad Andrea Ferrari, una soluzione trovata in casa che all’inizio sembrava temporanea e che invece settimana dopo settimana, anche con l’aiuto del mister dell’Under 14 Alessandro Puttini, è divenuta definitiva. Il gruppo si è compattato e piano piano i risultati stanno dando ragione alla scelta fatta. Dall’ultima posizione in classifica si è risaliti fino ad arrivare ad una posizione da potersi giocare a pieno titolo una salvezza che sembra ora alla portata. Ogni domenica la squadra riceve consensi positivi anche dalle più quotate formazioni che occupano posizioni di prim’ordine nel girone B della Seconda Categoria.
Mister Ferrari, sempre attento alla cura dei dettagli, si dice contento perché considerando che la sua squadra è formata da giovani che si trovano per la prima volta ad affrontare la categoria, sta raggiungendo gli obiettivi prefissati che sono quelli di far arrivare i ragazzi del vivaio ad indossare la maglia della prima squadra, perché sono loro il vero patrimonio della Società, ragazzi del quartiere, che sono cresciuti e vivono tutti i giorni la vita del quartiere.
Nonostante manchi ancora tanto alla salvezza, in Via Adamello sono convinti di potersela giocare fino in fondo, anche perché ora sono proprio i ragazzi i primi a crederci. Ragazzi che non mancano mai agli allenamenti e che hanno creato un gruppo solido e – come si sa – il gruppo è una parte fondamentale in questo gioco.

Mentre si stanno completando i lavori di copertura della parte finale della tribuna, che vedrà finalmente un impianto sempre più adeguato, sono partite anche le nuove iscrizioni per i soci. Tutti coloro che intendessero fare la tessera sociale, rinnovata nella sua grafica, possono recarsi, nei giorni indicati in bacheca, presso la segreteria, dove Claudio e Silvana consegneranno i moduli e faranno firmare la visione del regolamento. La Società, come già dimostrato, ci tiene molto che i suoi iscritti tengano un comportamento corretto e consono con l’ambiente dello sport.

Aforisma del mese
La gente scopre il senso di appartenenza solo quando si giocano le olimpiadi o i mondiali, invece dovremmo sentirci italiani sempre.
– Dino Meneghin

Condividi

Articoli collegati